Planetaria o a spirale?  Impastatrici a confronto

Con l’impastatrice si risparmia tempo, denaro e fatica. Che volere di più? In più, oltre a garantire il massimo igiene nella lavorazione dell’impasto e ad avvalersi di svariate funzioni che consentono di personalizzare l’apparecchio, l’impastatrice è una macchina anche molto facile da pulire, il che può apparire un miraggio al solo pensiero di spianatoia e matterello impiastrati di farina. Più che di impastatrice dovremmo parlare di impastatrici al plurale. Sì, perché il mercato propone diversi tipi di queste macchine, molto diffuse sia ad uso domestico che commerciale. Entriamo, allora, più in dettaglio per conoscere meglio i vari tipi di impastatrice presenti sul mercato, a partire dal modello per eccellenza, la planetaria. Intanto, perché si chiama così?

Il suo braccio ruota come i pianeti intorno al sole, di qui il nome che la connota come l’impastatrice delle impastatrici tanto da essere scambiata per un sinonimo della macchina stessa, quando in realtà è soltanto una tipologia di impastatrice. La planetaria dispone di un motore, più o meno potente, e di un recipiente incorporato per la miscelazione degli impasti. I vantaggi nell’uso di questo tipo di impastatrice sono molteplici, a partire dalla possibilità di lavorare agevolmente ogni tipo di ingrediente, mixando le materie prime per la produzione di biscotti piuttosto che triti di carne da ragù, pastelle e basi per meringhe. Ma sono molto di più i risultati di una buona impastatrice che, al pari dei migliori robot, sminuzza, grattuglia, affetta e taglia a fettine verdure, carni e molti altri ingredienti, amalgamandoli in modo uniforme, liscio e omogeneo. Questo l’impastatrice planetaria.

Ma, come dicevamo, esistono anche altri tipi di impastatrice. Quella a spirale, ad esempio. Questi modelli hanno un braccio meccanico a forma di spirale, appunto, che resta fermo e baricentrico rispetto alla ciotola che gli gira intorno ruotando in entrambi i versi per far sì che l’impasto riesca quanto più possibile omogeneo e consistente. La miscelazione, in questo modo, risulta perfetta. L’impastatrice a spirale, a differenza della planetaria, è specializzata nella produzione di piccoli quantitativi di impasti ad uso domestico e in più della sorella più famosa ha il pregio di fare meno rumore.

Articolo creato 10

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto